Bonus Edilizia 2018

Grazie ai Bonus 2019 che il Governo ha rinnovato con la nuova Legge di Bilancio, sono previste importanti detrazioni fiscali per chi Ristruttura, Realizza interventi volti al risparmio energetico o alla prevenzione antisismica.

Ecco tutti i bonus e le novità in dettaglio:

Bonus Ristrutturazioni :  detrazione del 50% della spesa sostenuta fino ad un massimo di 96.000 euro, suddivisa in 10 quote annuali di pari importo, per i lavori di ristrutturazione (ad esempio, modifiche interne in un appartamento, anche con sostituzione degli impianti)

Ecobonus : detrazione dal 50% al 65% fino ad un massimo di 100.000 euro in 10 quote annuali sugli interventi volti a migliorare le caratteristiche di isolamento termico o gli impianti di riscaldamento (ad esempio, installazione di cappotto termico; sostituzione degli infissi con nuovi dotati di doppi o tripli vetri; sostituzione della caldaia con una a più efficiente; nuovi impianti a pompa di calore o dotazione di termoregolazione più efficiente). Il bonus vale anche per i condomini.

Bonus Mobili - Elettrodomestici : l'agevolazione prevede una detrazione pari al 50% per le spese sostenute per un massimo di 10.000 euro per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici classe A+

Sismabonus : detrazione dal 50% all'85% per un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare in 5 quote annuali per verifiche strutturali e opere volte al miglioramento sismico dell'edificio, anche per i condomini. L'aliquota detraibile è calcolata in base all'efficacia antisismica dell'intervento (ad esempio, irrigidimento dei solai, consolidamento delle fondazioni e delle murature, inserimento di catene in acciaio ...)

Bonus Verde :  nuovo incentivo agli interventi di sistemazione e recupero del verde di giardini, terrazzi, balconi anche condominiali e di interesse storico. La detrazione è pari al 36% fino a 5000 euro

Super Bonus Condominio : per le spese relative agli interventi su parti comuni di edifici condominiali finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica spetta una detrazione dell’80% ove gli interventi determinino il passaggio ad una classe di rischio sismico inferiore e una detrazione dell’85% ove gli interventi determinino il passaggio a due classi di rischio inferiori, con un tetto di spesa pari a 96.000 euro per ogni unità immobiliare in condominio.

I bonus, non cumulabili tra loro, spettano anche alle seconde case e agli immobili destinati ad attività produttive.

Contatta il nostro Studio per approfittare subito di questi importanti incentivi!

Lo Studio - © 2019


Seguici inoltre su Facebook

Torna agli altri articoli.